Carles Congost (Olot, Spagna, 1970) si è laureato in belle arti presso l’Università di Barcellona. Il suo lavoro combina diverse tecniche e media, come la fotografia, la musica, il disegno e, in particolare, video e installazione. Attraverso la messa in scena di immagini che fanno riferimento alla cultura pop, la televisione, il mondo degli adolescenti e di diversi generi cinematografici, riflette su questioni che vanno dalla propria pratica artistica fino a fenomeni come la formazione dell’identità, l’isolamento e i conflitti generazionali. Ha inaugurato mostre personali in Espai 13 / Fundació Miró, Barcelona; Espacio Uno / MNCARS (Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía), Madrid; CASM (Centre d’ Art Santa Mònica), Barcelona; MUSAC (Museo de Castilla y León), León, Spain; Espai Zer01, Olot; Fundación Bilbao Arte, Bilbao; CCA (Centre for Contemporary Arts), Glasgow; Komplot, Brussels Gallery; Gallery Horrach Moyà, Palma de Mallorca; Gallery Joan Prats, Barcelona; Artericambi, Verona (Italy); e altre ancora. Ha partecipato a mostre collettive presso il Palais de Tokyo, Paris; PS1/MOMA, New York; Hamburger Bahnhof, Berlin; 50th Venice Biennal, Venice; IMMA (Irish Museum of Modern Art), Dublin; f a projects, London; Santralistambul, Istanbul; Müczarnok Kunsthalle, Budapest; Museo Carrillo Gil, México, etc. E’ stato invitato anche a portare avanti dei specific projects per le seguenti fiere: ARCO ‘01, Madrid; Artissima o6, Torino; and Frieze 08, London.

– 

–