MARIANO SARDÓN

Morfologia di sguardi

in collaborazione con il neuroscienziato
MARIANO SIGMAN

Mariano Sardón, Wall of Gazes / Sequenza 1, 2011 – Video 4K/HD, dimensioni variabili

.

OPENING:  Sabato, 3 Marzo 2018 – Ore 18.00

03 Marzo 2017 – 03 Maggio 2018

.
Testo di DARIO DALLA LANA

La galleria Artericambi è lieta di presentare Morfologia di sguardi prima personale in Italia dell’artista argentino Mariano Sardón.

La mostra pone al centro dell’attenzione la tematica della percezione visuale, affrontando alcune delle domande imprescendibili della relazione occhio-mente e dei processi incosci coinvolti nello sguardo: Come percepiamo la realtà attraverso i nostri occhi? E in che modo la nostra mente crea l’immagine del mondo, basandosi su ciò che vede?

Domande che trovano espressione in una serie di lavori che Sardón comincia a realizzare grazie alla collaborazione che, dal 2010, stringe con il neuroscienziato Mariano Sigman: Cinque video in cui l’immateriale movimento dello sguardo umano viene catturato e concretizzato in diverse immagini, una serie di mappe-vedute in Drawings by the Eye e ritratti di persone in The Wall of Gazes.

Una ricerca quella dell’artista che ci porta a constatare come il nostro sguardo osserva ciò che ci circonda secondo criteri selettivi inconsci. Questa selezione la troviamo nella serie di ritratti The Wall of Gazesdove in alcuni elementi piuttosto che altri, si è registrata una maggiore concentrazione di sguardi, indice quindi di una propensione comune nell’osservazione. 

Mariano Sardón, The Wall of Gazes / Sequenza 1-2-3 (stills video), 2011 – Video 4K/HD, dimensioni variabili

Mariano Sardón, The Wall of Gazes / Sequenza 1-2-3 (stills video), 2011 – Video 4K/Full HD, dimensioni variabili

.

Se nella serie di ritratti di persone rileviamo facilmente i punti comuni degli sguardi catturati, nelle sequenze topografiche-architettoniche di Drawings by the Eye ciò che si evidenzia è la diversificazione e l’unicità dell’osservare. Un’eterogeneità che è anche un modo per l’artista di insinuare una riflessione sulla veridicità della vista, senso sul quale più ci affidiamo, nel momento di costruire la verità e la percezione. Pertanto ciò che Mariano Sardón inserisce nei suoi lavori non sono immagini di ciò che si vede, ma sono più precisamente immagini di chi guarda.

Mariano Sardón, Drawings by the eyes, 2017 - Video 4K/Full HD, dimensioni variabili

Mariano Sardón, Drawings by the eyes (stills video), 2017 – Video 4K/Full HD, dimensioni variabili

.

All’interno dello spazio della galleria Artericambi verranno inoltre presentate anche una serie di stampe digitali, sculture e una videoproiezione che riassumono la varietà di approccio della ricerca sulla visione di Mariano Sardón.

Mariano Sardón, Installazione mostra "Morfologia di sguardi", 2018

Mariano Sardón, Installazione mostra “Morfologia di sguardi”, 2018

 ____________________________________________________________________________________________________________________

BIO

Mariano Sardón nato a Bahia Bianca (Argentina) nel 1968. Annovera tra personali e collettive: “Images of Journeys. The New Pushkin Museum” in “Viva Arte Viva”. 57th Venice Biennial 2017. “Intuitions” Exhibition. Palazzo Fortuny. 2017. “House of Impressions. Classic and Contemporary Media Art”, Pushkin Museum Moscow. 2016. Tijuana Project – Vermelho Gallery Sao Paulo – Ruth Benzacar Gallery Buenos Aires. 2015 and 2016. AIPAD Photography Show 2014 . “Pulse Miami Beach” Bryce Wolkowitz Gallery 2013 and 2014. Bryce Wolkowitz Gallery 2007 and 201 3, New York. Ruth Benzacar Gallery 2004, 2012, 2016, Buenos Aires. “Total Recall” Ars Electronica Festival 201 3. Proa Foundation, Buenos Aires, 2014 and 1999. 11 th La Havana Biennial 2012, Cuba. Akademie der KuQste BerliPn, 2010. Museum of Modern Art of Buenos Aires . TelefoPnica Foundation Chile, Buenos Aires and Madrid. Ars Electronica – Mexico City Festival 2010. Art Basel Miami Beach. Banco do Brazil Cultural Center Sao Paulo and Rio de Janeiro, Brazil, e molte altre.

____________________________________________________________________________________________________________________

Mariano Sardón, Morfologia di sguardi Collage 1, 2018

(SINISTRA) Mariano Sardón in collab. con Mariano Sigman, Developed by gazes. San Pietro #1, 2017 – Impression C, 210 x 127 cm / (DESTRA) Mariano Sardón in collab. con Mariano Sigman, Developed by gazes. Pisa (bianca), 2017 – Impression C, 100 x 100 cm

Mariano Sardón, Morfologia di sguardi Collage 2, 2018

(SOPRA) Mariano Sardón in collab. con Mariano Sigman, Read Unread Isaac Newton, 2016 – Libro, 28 x 24 x 4 cm / (SOTTO) Mariano Sardón in collab. con Mariano Sigman, Read Unread Lord Anch, 2016 – Libro, 28 x 24 x 4 cm

Mariano Sardón, Morfologia di sguardi Collage 3, 2018

Mariano Sardón in collab. con Mariano Sigman, All I Have Of Your Memory is a Map 1 e 2, 2017 – Mappe tagliate tramite laser

Mariano Sardón, Morfologia di sguardi Collage 4, 2018

Mariano Sardón in collab. con Mariano Sigman, Burning by Gazes, 2016 – Carta tagliata a laser, Dimensioni variabili in base al testo

Related Posts
Carles Congost, Nova esplendor, 2018