Nina

Fiocco

Nina Fiocco, Ai nemici in fronte il sasso, 2017
Polvere di marmo di tecali, polvere dei monumenti, 40×30 cm

Bio

Nina Fiocco (Feltre, 1985) Nina Fiocco è un’artista, curatrice e manager culturale. Questi diversi piani si articolano per dare luogo a progetti collettivi e pratiche artistiche che adottano il lavoro di campo e la collaborazione come prassi e in generale vincolati alla storia, la microstoria, le economie alternative. Co-dirige con Oscar Formacio l’artist-run-space ERROR a Puebla (MX) dove si ospitano residenze, processi di formazione collettiva e scambio di saperi, pubblicazioni e mostre.

Nel 2020 è artista in residenza presso MOP – Ovestlab (Modena, IT), guest curator presso MUME (Vienna AU) e artista in residenza presso Curatorial Cinema (Bogota, CO). Attualmente è docente del Corso di Laurea in Arte Contemporanea all’università Ibero; dal 2016 ha collaborato constantemente con il Museo Amparo nella curatela e nel coordinamento accademico di diversi programmi pubblici e di alcuni progetti. Ha partecipato a programmi di residenza in Italia, Serbia, Francia, Colombia e Ungheria tra i quali Piano/Alto – Chapelle Saint Jacques, Maison Daura, BBB (Francia), nel 2012 Chipilo A/R progetto di ricerca finanziato da Movin’up e nel 2011 Atelier, Fondazione Bevilacqua la Masa (Venezia).

Dal 2013 è fondatrice e membro del collettivo di produzione artistica Método Salgari. Recentemente ha partecipato alle seguenti mostre “Latin American Cartographies” curata da Antonio José Guzmán a Bozar – Bruxelles (Belgium); “The Wall. Art face to face with the border” curata da Stanislaw Ruksza a Trafo – Stettino (Polonia); “Bjcem” curata da Jonida Turani a Tirana (Albania) in collaborazione con Atrii; “Fibras” curata da Luis Javier Rodríguez al CCCB – Córdoba (Messico); “Urban Lab” curata da Laic presso il Centro Cultural de la Universidad de Antioquia a Medellín (Colombia); “Pase Usted” curata da Gustavo Ramírez presso la Capilla del Arte – Puebla (Messico); Biennale UNAM nel Museo Muca di Città del Messico; Método Salgari: Modulor – curata da Città Ideale presso la Fabbrica del Vapore, Milano (Italia); Piano Alto curata da Martine Michard e Stefania Meazza alla Maison des Arts Georges Pompidou di Cajarc (Francia). Il suo lavoro è stato inoltre presentato o esposto in diversi spazi tra cui in Italia, Careof, Macao, Studi Festival (Milano); Fondazione Bevilacqua La Masa, Fondazione Buziol, Galleria A + A (Venezia); Indipendents-ArtVerona, Interzona (Verona); CRAC (Cremona); Euganea Film Festival (Padova); Santarcangelo 40 (Santarcangelo). In Messico: NoAutomatico, Ciudad Expandida, Casa Nueve, Alliance Frances (Puebla). Francia: Maison Daura, BBB, Chapelle Saint Jacques; Ungheria: Jaszdosza Art Camp. Cina: East China University (Shanghai). Hong Kong: AAA. Serbia: Beograd Cultural Centre (Belgrado).

Mostre

News